Stare nel conflitto: competenze emotive, funzioni negoziali e mediative per le professioni sociali

Di   24 Gennaio 2019

Finalità e obiettivi operativi

In questo momento di crisi e di trasformazione dei sistemi di welfare può risultare utile proporre ad assistenti sociali un intervento formativo in grado di esplorare e connettere gli strumenti della relazione d’aiuto con alcune strategie per riuscire a “stare dentro i conflitti” senza averne paura. Il corso qui sotto descritto intende dunque fornire ai partecipanti un approfondimento teorico al tema del conflitto e strumenti utili allo sviluppo di capacità negoziali e mediative, nonché strumenti utili all’analisi e alla gestione di situazioni conflittuali complesse. In particolare IRS propone un percorso formativo orientato a sostenere gli operatori coinvolti attraverso i seguenti obiettivi operativi:

  • fornire ai soggetti coinvolti un approfondimento teorico al tema della comunicazione della gestione dei conflitti,
  • Condividere i riferimenti teorici della gestione dei conflitti nelle relazioni d’aiuto,
  • Approfondire il tema dell’errore, della responsabilità e della colpa
  • individuare e riconoscere quali sono i principali luoghi e spazi di negoziazione nell’esercizio del proprio ruolo.
  • Acquisire competenze per migliorare la comunicazione e l’esercizio di funzioni negoziali e mediative nel rispetto del proprio ruolo professionale

I Contenuti

In aula verranno trattati, con diversi gradi di approfondimento, i seguenti contenuti:

  • I volti del conflitto
  • Ascolto e comunicazione e il concetto di riconoscimento
  • Il Conflitto nelle organizzazioni
  • Conflitti e ruoli professionali
  • processi e relazioni negoziali
  • conflitto e relazione d’aiuto
  • errori, responsabilità e colpa
  • L’esercizio di funzioni mediative

Date e articolazione del percorso

Il percorso sarà articolato in 2 giornate definite come segue:

9 maggio 2019  I volti del conflitto

  • Presentazione del percorso e contratto d’aula
  • I volti del conflitto nell’esperienza dei partecipanti e nelle elaborazioni teoriche di diversi ambiti disciplinari;
  • Esercitazione narrativa
  • Il conflitto nella relazione d’aiuto
  • La negoziazione e le possibili modalità di gestione: la logica ripartitiva e la logica generativa;
  • la negoziazione: le fasi indicazioni e suggerimenti

10 maggio 2019  Conflitti e funzioni negoziali

  • Input teorico: i blocchi al dialogo
  • Esercitazione
  • Le funzioni di accoglienza e l’ascolto attivo come “strumento” per esercitare funzioni mediative
  • L’esercizio di funzioni mediative: gioco di ruolo
  • esercitazione
  • Lavoro sugli apprendimenti emersi dal percorso formativo
  • Somministrazione scheda di valutazione del percorso formativo

Destinatari

Il percorso è rivolto a operatori sociali (assistenti sociali, educatori, psicologi…). Il corso sarà attivato solo se verrà composto un gruppo con un numero compreso tra i 10 e i 15 partecipanti. Il corso fornirà 14 crediti formativi per assistenti sociali.

Metodologia

Dal punto di vista metodologico l’intervento si propone come occasione di formazione avanzata, in quanto promuove confronto e apprendimento finalizzato al miglioramento dei comportamenti professionali e, di conseguenza, degli interventi erogati; il laboratorio formativo sarà un’occasione di riflessione e analisi che, partendo dalle situazioni professionali e dalle diverse dimensioni e appartenenze organizzative, consentirà apprendimenti per un’efficace costruzione e implementazione di nuove modalità di lavoro. Durante il percorso si alterneranno input teorici a esercitazioni e riflessioni di gruppo partendo dalla realtà professionale dei partecipanti.

Considerando l’argomento del corso, i formatori si impegneranno a costruire con i partecipanti un clima di non giudizio, volontarietà e confidenzialità.

Sede

Il percorso formativo sarà realizzato il 9 e il 10 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 17.30, in una soluzione semi residenziale presso il Vocabolo Bel vedere a Passignano sul Trasimeno. Il costo di iscrizione comprende il pranzo mentre non è previsto il pernottamento nella struttura.

I docenti

L’intervento si realizzerà in doppia docenza per garantire la dovuta attenzione agli aspetti di contenuto e agli aspetti di processo. In particolare il percorso sarà condotto da:

Ariela Casartelli

Vicedirettore

Formatrice senior dell’IRS, assistente sociale, Analista Transazionale specializzata in counselling. Da vent’anni svolge attività di  supervisione di assistenti sociali e formazione nei servizi sociali e sociosanitari in particolare sui temi di minori e famiglie, migranti, etica e deontologia, ruolo professionale e innovazione. Si occupa di consulenza e accompagnamento alla creazione di gruppi di lavoro, analisi organizzativa, valutazione di interventi e progetti.

Francesco Di Ciò

Vicedirettore

Sociologo, mediatore dei conflitti, fondatore della cooperativa Dike. Da vent’anni svolge attività di consulenza e formazione rivolta ad operatori dei servizi pubblici e del privato sociale per l’avvio e lo sviluppo di processi di cambiamento organizzativo con particolare attenzione alla gestione dei conflitti e ai processi relazionali.

Materiale didattico distribuito

Irs si impegna a fornire il necessario materiale didattico di supporto all’attività formativa. Tale materiale sarà composto dal programma dettagliato del corso con indicazione dei docenti e degli orari, dalle slides originali predisposte dai docenti, dai materiali per le esercitazioni, sia in formato cartaceo sia su file.

Scarica il programma e la presentazione, scarica la scheda di iscrizione.